I nostri insegnanti

Scopri la storia e la passione dei nostri insegnanti

STORIE UNICHE

Adriana Gianolio

co-fondatrice Bhagayoga

La natura, la bellezza intesa come armonia interiore ed esteriore, la cura del corpo e della mente attraverso la ricerca di uno stile di vita sano sono il suo leit motiv da sempre.

Mentore papà Augusto che a settantanni anni aveva il fisico di un uomo di trenta e la gioia di vivere di un ragazzino.

Adriana nasce a Milano nel 1967 ed è la senior del team insegnanti.

Pratica ginnastica artistica dai 6 ai 13 anni, a 14 inizia a frequentare corsi di fitness e danza moderna. A 16 anni, passa l’estate a Londra presso lo storico Pineapple Center di Debbie Moore a Covent Garden a studiare diverse discipline, dal tip tap al boogie boogie e a 17, in pieni anni ’80, con Jane Fonda che lancia la ginnastica aerobica ottiene il suo primo diploma ed inizia a lavorare come istruttrice. Per il seguente quarto di secolo di vita la sala corsi è stata la sua vita, lavorando anche in diverse strutture ricettive oltreoceano.

Appassionata di discipline di mare e di terra, tra cui anche lo yoga, l’amore per questa’ultima avverrà molti anni dopo, grazie al suo maestro di Ashtanga Yoga Fabrizio Boldrini e negli ultimi 12 anni la pratica sul tappetino diventi il suo pane quotidiano.

Senza smettere mai di studiare, ha avuto la possibilità di conoscere e di praticare con Tim Miller, Graham Northfield, Kino Mc Gregor, Tim Feldelman, Elena de Martin, Patricia Amado, Day, Thomas Zorzo, Andrea Boni, Beata Doroska, Jacopo Ceccarelli, Francesco Semino e Marco Mandrino e non per ultimi con i suoi due fantastici compagni di viaggio Gabriele Musetti, per l’approfondimento dell’Anatomia Applica nello Yoga e Ameriga Giannone che ha arricchito il suo modo di insegnare.

Ha i diplomi per l’insegnamento della prima e della seconda serie di Ashtanga Vinyasa Yoga, di Yin Yoga, Hatha Yoga per un totale di oltre 800 ore di formazione. RYT 500

Massimiliano Aurilio

co-fondatore Bhagayoga

Comincio a lavorare sul corpo e sul movimento all’età di quattro anni praticando Ginnastica Artistica, attività che continuo come agonista fino ai 18 anni.  Nel 1994 inizio a studiare e ad appassionarmi alla Danza Classica. Allievo del grande Maestro Walter Venditti del Complesso del Balletto Ambrosiano, studio inoltre con i più grandi  Maestri del panorama nazionale ed internazionale. Danzo come professionista per due produzioni con la Compagnia Proballet Italia di Marcello Algeri. Costretto da un importante infortunio al ginocchio, devo abbandonare la carriera e da allora mi dedico con la stessa passione all’insegnamento.

Nel 1997 grazie a Reginald Poiter insegnante di Danza Contemporanea scopro lo Yoga ed è subito Amore, da allora lo pratico con costanza.

Dal  2006 al 2007 seguo un corso di formazione professionale per l’insegnamento di Ginnastica Posturale.

Dal 2008 al 2010 seguo un corso di formazione professionale per l’insegnamento dello Hatha Yoga con I.S.Y.C.O (Istituto per lo studio dello Yoga e della Cultura Orientale) con il patrocinio del dipartimento di Orientalistica dell’Università degli studi di Torino.

Nel 2017 seguo un master formativo di Myofacial Realise con Elav.

Ho una grande esperienza nell’insegnamento ai Bambini. A livello pedagogico ho ottenuto le seguenti formazioni:

Dal 2002 al 2003  come insegnante di Danza con I.D.A. nel 2005 seguo il corso di “Allenatori come Educatori” con A.S.L Milano.

Nel 2007 formazione del C.O.N.I ottenendo la qualifica di “Educatore Sportivo”, Dal 2015 al 2016 seguo un Master formativo all’insegnamento dello Yoga per Bambini con la Dottoressa Lorenza Ferraguti.

Amo la precisione, la cura del dettaglio, per fare questo la concentrazione è indispensabile, ti da l’opportunità di intraprendere un viaggio nell’interiorità. È affascinante percepire ogni piccolo movimento, ogni respiro e quando le due cose si fondono assieme, si uniscono, ti senti veramente vivo.

Sara Cusaro

 Ashtanga Vinyasa e Rocket Yoga

Sono Sara, da sempre la mia vita è stata caratterizzata da una continua ricerca. Ricerca che ha abbracciato tanti studi diversi tra cui quello dell’arte ma non solo. Ricerca che mi ha fatto passare per discipline quali il tennis e la corsa.

Poi, per caso, ho scoperto lo yoga. In un momento di difficoltà è entrato nella mia vita inizialmente come semplice pratica fisica.  Si è staccata dalla sola idea di movimento ed è andata ad approfondirsi fino ad approdare alla meditazione.

Da sempre ho portato con me una propensione verso l’insegnamento: ciò che imparo voglio poterlo condividere. Con Max Gandossi mi sono formata per l’insegnamento della prima serie di Ashtanga Vinyasa Yoga. Da qui la mia strada si è spostata verso la pratica del Rocket Vinyasa, appresa da diversi insegnati tra cui David Kyle (Baba Rocket) e Beatrice Mezzanotte.

Un ultima scoperta nella mia pratica è il Dharma Yoga nella sua reinterpretazione del mio maestro Mark Kan, grazie a cui ho portato una maggiore apertura e approfondimento pur sempre nel mantenimento della costanza componente dinamica.

Ma la mia formazione non si ferma qui. Oggi pratico con la mia insegnante Christiane Terrone e intraprenderò nel breve la formazione della seconda serie di Ashtanga Vinyasa. E di sicuro non mi fermerò qui. Lo yoga mi ha aperto e continuerà a farmi scoprire altro nella mia continua ricerca.

Jores Facchinelli

Vinyasa e Restorative Yoga

Scopro lo yoga per caso a Milano durante gli anni dell’università, accompagnando un’amica a un corso. Già dalle prime lezioni resto affascinata dall’incredibile potere che lo yoga esercita su di me, una persona che fino ad allora era refrattaria a ogni tipo di attività “fisica”, e sulla mia mente.

Mi trasferisco a Legnano e abbandono la pratica per qualche anno, fino a quando 5 anni fa il richiamo torna a farsi sentire e poco alla volta lo yoga inizia a diventare un’esigenza: nelle giornate più stressanti il tappetino diventa un luogo sicuro, uno spazio di ascolto, dedicato esclusivamente a me, in cui osservare e far fluire le emozioni.

La passione diventa così forte da portarmi a decidere di farneil mio lavoro e durante gli anni completo il corso di formazione per insegnanti di yoga CONI/CSEN 500H.

Amo accompagnare gli allievi alla scoperta di sè stessi utlizzando il  movimento e il respiro come strumenti per raggiungere gli strati più profondi della persona. Insegno Restorative, Vinyasa e Hata Yoga , ponendo sempre il corpo e il suo rispetto al centro della pratica con il fine di riuscire a conoscerlo e renderlo più forte e flessibile. Tengo corsi di Yoga Nidra, una tecnica di rilassamento guidato, che aiuta a liberarsi dalle tensioni più profonde. Durante gli anni di formazione scopro l’ayurveda e inizio ad applicare i principi dell’antica medicina indiana alla creazione delle sequenze dei miei vinyasa per adattare la pratica alle stagioni o agli aspetti su cui intendo lavorare.

Olga Comerio

Ashtanga Yoga

Una quindicina di anni fa mi sono ritrovata le lezioni di yoga nell’abbonamento della palestra, stavano lì tra i vari corsi e mi son detta “proviamo!”.

Da allora non ho mai smesso: ho sperimentato vari stili, partecipato a corsi, seminari, conosciuto insegnanti pazzeschi (Massimiliano Aurilio che trovate qui a BaghaYoga e tutt’oggi fonte d’ispirazione) ma è stato solo quando ho  incontrato Adriana Gianolio e praticato con lei l’Ashtanga yoga che qualcosa in me è scattato.

La forza e la bellezza di questo stile mi hanno catturato: la sequenza precisa di asana e la lingua sanscrita utilizzata nella pratica sono solo alcune delle tante caratteristiche uniche dell’ashtanga yoga.

Ringrazio Fabrizio Boldrini che mi ha certificata come insegnante lasciandomi parte del suo immenso sapere e Adriana, mia amica e insegnante, che ha  acceso in me quella scintilla.

Oggi ho la fortuna di condividere con voi un’esperienza che vi permetterà di ritagliarvi del tempo solo vostro, per il vostro benessere e forse anche a creare una nuova relazione con il vostro corpo, come è successo a me, scoprendo risorse in voi che ancora non sapete di avere.

Il percorso dello yoga si integra con il mio amore per la natura, per gli animali tutti ai quali dedico molto del mio tempo libero, per la lettura (sono una  divoratrice di libri che indagano sulle complesse sfaccettature della nostra personalità) e con il lavoro da dee jay che mi da il pane quotidiano.. quindi non aspettatevi delle lezioni silenziose!

Siamo tutti in viaggio. Ci incontriamo a lezione!

Giuseppe Aurilio

Meditazione

Il mio primo sport da piccolissimo è stato il ciclismo e la ginnastica artistica che rimane la mia sola ragione di vita dagli 8 ai 17 anni, seguita poi dallo Judo.

Ad un certo punto la voglia competizione che ha caratterizzato la mia gioventù diventa indigesta.
Inizio a capire capito che è il percorso che conta, conta la motivazione e l’entusiasmo che ci metti per raggiungere il fine.

Mi avvicino allo Yoga in un momento di difficoltà personale, credendo di trovare una sorta di pillola magica che potesse risolvere i miei problemi.
Errore madornale! Ho scoperto invece che a cambiare doveva essere la mia reazione agli eventi e non l’evento stesso.

Ho iniziato quindi a praticare e poi a studiare lo yoga in modo sempre più approfondito e vi ho trovato l’arte di vivere, di viver bene.
Ho ritrovato il piacere di usare il corpo in modo sano, accettandone le caratteristiche, anche quelle negative, appunto le caratteristiche, non i limiti!

Con il distacco dall’agonismo comincio anche a suonare, passione nascosta e tenuta muta dalla ginnastica. Negli anni mi sono cimentato in più strumenti fino a stabilizzarmi con la chitarra e la tromba e ora suono con gusto perché c’è coerenza fra ciò che sento e ciò che suono.
Non è una questione di bravura.

Dopo la formazione per istruttore con la ISYCO di Torino e un’altra con il sistema Sagar Yoga “yoga integrale che si rifà al sistema di Satyananda “
comincio ad insegnare yoga in maniera più consapevole.
Parallelamente allo studio dello yoga frequento, oltre a molti corsi di aggiornamento gravitanti il mondo del fitness, le formazioni specifiche di Pilates con la Postural Pilates di Torino, Ginnastica posturale con l’associazione Alto impatto di Ravenna, e Fitness e bodybuilding con la FIF.

Per quanto riguarda la meditazione nello specifico ho seguito per quasi tutta la mia formazione il sistema classico dello yoga .
Ho praticato con il sostegno di Mantra Mudra e visualizzazioni fino al secondo livello del kriya yoga …una decina di anni fa ho incontrato la meditazione Vipassana e mi sono trovato a casa.
Tutto ciò che percepivo un po’ artificioso ora corre fluido e naturale.

Il più recente è il corso di Pancafit con il metodo Raggi, l’ideatore.
Oggi insegno con piacere tutto quello che nella vita ho fatto per passione.
Ciò che invece ho fatto pensando al solo profitto è stato un fallimento.

Lo sport che pratico ancora con gioia è il ciclismo al punto da usare la bicicletta come mezzo principale di trasporto.
Lo strumento che più mi impegna è la chitarra.
Quello che continua a stupirmi sono le persone.
La disciplina che accompagna le mie giornate sono lo yoga ed il pilates.